Depressione

//Depressione
Depressione 2018-01-22T18:15:11+02:00

Qualsiasi persona vive fasi della propria vita, nelle quali sperimenta tristezza e generale apatia. Nella maggior parte dei casi si tratta di reazioni a sovraccarico psico-emotivo. Quando però, questa sensazione fortemente negativa perdura per un lungo periodo ed è accompagnata da mancanza di iniziativa, perdita generale di interessi, abbattimento, sintomi come stanchezza, perdita di sonno e/o di appetito, difficoltà nella sfera delle dinamiche familiari e del lavoro, si può parlare di depressione.

Questo è purtroppo uno dei più frequenti disturbi psicologici e le persone che ne sono colpite, difficilmente riescono a rimettersi senza ausilio. Vengono coinvolte tutte le sfere esistenziali,: le emozioni e i sentimenti, il pensiero, le azioni, il corpo e le relazioni con il contesto sociale e gli altri individui.

I sintomi depressivi subiscono in genere delle fasi giornaliere, nelle quali al mattino sono solitamente più intensi che la sera e si differenziano anche per gravità e tipologia della depressione.

Sintomi maggiormente riscontrati:

  • Pensieri negativi come eccessivo abbattimento e senso di colpa, idee inerenti la perdita di senso della propria vita fino a propensione verso pensieri suicidari;
  • Seria diminuzione dell’attenzione e della concentrazione;
  • Sintomi fisici come spossatezza e stanchezza, irrequietezza generale, disturbi del sonno e della sfera sessuale, perdita di appetito, dolori, sensazione di pressione al petto o mancanza di respiro;
  • Sentimenti di tristezza pervasiva, dubbio persistente e rassegnazione che perdurano e che diventano sempre più opprimenti e paralizzanti. Le persone depresse non riescono più a rallegrarsi di nulla, perdono in tutto interesse e voglia e si instaura una sorta di condizione di congelamento emotivo. Molti sviluppano sensi di colpa e/o di fallimento nella sfera familiare e lavorativa. Rapidamente viene meno anche la fiducia nelle proprie capacità. Molte depressioni, infatti, si associano anche a intensi stati di ansia e di paura di non riuscire più nelle cose, paure inerenti il futuro, e più comunemente di non essere più all’altezza delle incombenze quotidiane.
  • Il comportamento risulta compromesso nella misura in cui tutto risulta troppo, il rimandare le cose è all’ordine del giorno, l’isolamento prende il sopravvento e ogni piccolo sforzo costa fatiche sovrumane.